Please use this identifier to cite or link to this item:

http://hdl.handle.net/10609/100386
Title: Dalle reti sociali alle reti (tecno)politiche. Reti di terza generazione per la democrazia del XXI secolo
Author: Calleja-López, Antonio
Barandiaran, Xabier E.
Monterde, Arnau
Keywords: reti digitali
democrazia partecipativa
reti informazionali
Issue Date: May-2018
Publisher: D Editore
Citation: Dalle reti sociali alle reti (tecno)politiche. Reti di terza generazione per la democrazia del XXI secolo. Calleja-López, A; Barandiaran, X. E.; Monterde, A. D Editore (2018)
Series/Report no.: ESCHATON
Abstract: La società diviene (in) rete. Questa era una delle tesi di Manuel Castells già sul finire del secolo scorso. Con la spinta di una moltitudine di attori, le reti digitali dispiegate nell'infrastruttura di Internet sono arrivate a permeare sempre più aspetti delle nostre vite personali e collettive. Il più recente impatto può essere rilevato in fenomeni che vanno dalle elezioni che fecero Trump presidente (chiaramente infuenzate da Facebook e Twitter) ai prezzi delle case a Barcellona (determinati da Airbnb), dalle relazioni di lavoro (sviluppate su LinkedIn) a quelle affettive (ridefinite su Tinder). Tuttavia, oltre la diagnosi generale, è importante distinguere diversi tipi di reti, promosse da diversi tipi di attori. L'argomento teorico chiave delineato nel nostro articolo Decidim: redes políticas y tecnopolíticas para la democracia participativa, suggerisce la necessità di differenziare tra diversi tipi di reti così come di intendere Decidim, la piattaforma digitale di democrazia partecipativa promossa dal Comune di Barcellona, come uno spazio di costruzione di due nuovi tipi di rete.
Language: Italian
URI: http://hdl.handle.net/10609/100386
Appears in Collections:Parts of books or chapters of books

Share:
Export:
Files in This Item:
File Description SizeFormat 
Dalle_reti_sociali_alle_reti_tecnopolitiche.pdf1.61 MBAdobe PDFView/Open

This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons